Antonmaria Galante

Il Karma e il Marketing

di Antonmaria

Cosa c’entrano il Karma e il Marketing, ti starai chiedendo.

Te lo spiego subito: tempo fa stavo ascoltando il discorso di un Lama tibetano che parlava dell’approccio da utilizzare per il raggiungimento dell’Illuminazione e, ad un certo punto, disse:

“Da quando ci svegliamo, alla mattina, siamo chiamati a scegliere dove dirigere le nostre energie, che direzione dare alla nostra vita (…)

Per far crescere qualcosa c’è bisogno di impegno, di tempo, di costanza.

Bisogna trovare o creare le condizioni favorevoli affinché qualcosa cresca.

Dobbiamo piantare i nostri semi, innaffiare e prendercene cura.

Non esiste un risultato senza sforzo, ed è proprio grazie all’impegno messo e portato avanti, superando gli ostacoli, che ne usciamo forgiati, con più forza ed esperienza, impariamo poi a fare le cose in modo migliore e possiamo raggiungere i nostri obiettivi….”

Queste parole mi colpirono molto: quel “semplice” eppur profondo insegnamento di vita era qualcosa dalla valenza universale: credo infatti possa essere esattamente così in tutti i campi: nello studio, nello sport, nell’impegno costante per migliorarci … e anche nel marketing.

Le parole usate dal Lama stavano sostanzialmente descrivendo il modo di sviluppare un “buon Karma” per la via verso l’illuminazione.

Karma è una parola antica che ci arriva dall’Oriente, ha diverse valenze ma possiamo dire, sintetizzando, che indica l’attivazione della legge di causa – effetto che mettiamo in moto con le nostre azioni, in questo universo, caratterizzato dall’interdipendenza fra tutto ciò che esiste e fra tutti i fenomeni.

Ogni nostra azione produce una reazione: per tutto ciò che facciamo e anche per ciò che decidiamo di non fare, seguirà una conseguenza che potrà essere “positiva” o “negativa”.

È quello che facciamo oggi che plasma il nostro futuro.

Questo, anche riguardo il marketing, è assolutamente vero.

Come sviluppare, allora, un “buon Karma” per le nostre vite professionali?

La risposta ce l’ha data il Lama: piantare i nostri semi, innaffiarli e prendercene cura.

Per scegliere i giusti semi dovremo essere degli attenti osservatori, selezionare quelli che potranno portarci i frutti che desideriamo e piantarli nel posto più opportuno.

In un contesto di Web o di Social Media Marketing, questo vuol dire porre particolare attenzione allo scenario in cui operiamo, al nostro mercato e, ad esempio, produrre dei contenuti di qualità, pensati appositamente per il nostro pubblico e che possano essere di utilità.

Ogni post, immagine, comunicazione, mail ecc. che parte dalla nostra azienda e arriva a contatto con le persone che costituiscono il nostro pubblico viene definita “touch point”, ovvero un punto di contatto fra noi e la nostra utenza. Ognuno di questi è importante al fine di dare la giusta immagine di noi, di farci conoscere e di rimanere impressi nelle loro menti.

Successivamente dobbiamo “innaffiarli e prendercene cura”: non sarà un’unica grande azione o una formula magica a portarci al successo, ma l’impegno protratto con costanza; tanti piccoli passi e azioni che ci porteranno ad avere, da un piccolo seme, un grande albero.

A tal proposito la psicologia ed il marketing ci insegnano che ci sono degli step ben precisi da attuare per andare incontro a quelli che sono i processi cognitivi – affettivi – comportamentali del nostro pubblico. Dovremo dapprima farci conoscere e diventare “familiari”, ottenere considerazione e conquistarci la fiducia, solo in seguito potremo raccogliere i nostri frutti.

Per fare questo ci può volere più o meno tempo a seconda di ciò che proponiamo, se abbiamo o no un Brand già conosciuto ecc.; sta di fatto che, se vogliamo costruire una relazione, dobbiamo essere presenti,  disponibili e saper ascoltare.

Decidere di rimanere immobili, non compiere determinate azioni, non adeguarsi, resistere al cambiamento, non fa altro che peggiorare la nostra situazione e portarci verso il basso.

Le azioni che non compiamo, ci lasciano nel punto in cui siamo mentre il mondo sta cambiando a gran velocità.

Da domani mattina appena svegli, allora, decidiamo consapevolmente dove dirigere le nostre energie e dove piantare i nostri semi.

Se hai bisogno di migliorare il “Karma della tua attività”, non esitare a mandarmi un messaggio, sarò felice di darti un mio primo parere, e qualche consiglio.

Precedente:
«